Pagine

giovedì 30 gennaio 2014

Psicopatologia di una Fashion Blogger

Vorrei fare una premessa che potrebbe essere scontata ai più, ma a molti altri no.


I miei post sono scritti con profonda ironia. Il tentativo di estremizzare le situazioni, di prendermi gioco di me stessa e degli avvenimenti ha il solo scopo di divertire.


Perciò se in voi manca l'ironia, l'humour e un po' di intelligenza smettete immediatamente di leggere, potreste aver voglia di prendermi sul serio, e nel peggiore dei casi potrei decidere di prendervi sul serio.




Se c'è una cosa che più di tutto mi ha sempre affascinato è lo studio della personalità. Una delle materie che, nel mio lungo percorso di studi in psicologia, ho contemporaneamente amato ed odiato.

La nostra personalità è quanto di più complesso vi sia. La sua struttura comprende un insieme di tratti che fanno di noi quello che siamo, le nostre modalità comportamentali e che definiscono il nucleo delle nostre differenze individuali.


Si dice che noi donne siamo isteriche, psicopatiche ossessive. Vogliamo negare che per certi versi alle volte ci comportiamo così?


Tutti possediamo nella nostra personalità certi piccoli tratti accomunabili ai criteri diagnostici di vere malattie psichiatriche.


Naturalmente si parla di tratti, aspetti che patologici in realtà non sono.


E le fashion blogger?


Si, anche loro.


Mi sono divertita ad immaginare per loro una serie di criteri diagnostici in cui potrebbe idealmente rientrare la loro psicopatologia.

"Psicopatologia di una  Fashion Blogger"

-Autostima ipertrofica
Sono continui i rimandi a se stesse, alle loro doti strabilianti e al saper fare ogni cosa meglio degli altri. Uniti alla credenza di essere le più belle tra tutte. Le migliori tra tutte anche se non sempre la percezione della loro realtà risulta combaciare con quella del loro specchio.





-Oscillazioni d'umore 
Un giorno sono tristi, un giorno sono allegre, un giorno annoiate, un giorno arrabbiate. La loro instabilità emotiva oscilla più di un'altalena. I fattori, che sembrano essere responsabili dei loro così repentini cambi d' umore, sono oggettivamente importanti e fondamentali ad un'esistenza equilibrata: immaginate voi di passare ore e ore del vostro tempo davanti ad un armadio e non sapere cosa abbinare a quelle scarpe di Prada appena consegnate dal corriere.




-Disturbi del sonno 
Perché 24 ore ad una fashion blogger non bastano. Ci sono gli eventi, c'è la preparazione agli eventi, c'è la condivisione degli eventi.
Il tempo dedicato al sonno viene barattato in cambio di ore e ore al pc, sui social, sui blog. 
Si vocifera anche che brillino al sole.




-Ritiro narcisistico 
Se avete un amica fashion blogger vi sarete già accorti che le uscite con lei sono lunghe sequenze di silenzi, intervallati dal trillo di notifiche sui vari social e il ticchettio compulsivo delle sue dita sulla tastiera. Inutile cercare richiamare la loro attenzione raccontando le vostre ultime vicende amorose, lavorative o le avvincenti, rocambolesche, avventure, vissute nelle ultime settimane. A meno che non prendiate il vostro smartphone e decidiate di congedarle tramite whatsapp, non scollerà il suo viso da quella luce luminosa attaccata alle sue mani.




-Comportamenti compulsivi 
Comprare, comprare comprare. Lo shopping è la loro parola d'ordine. Continuo, persistente e pervasivo. Compiuto quasi ogni giorno, più volte al giorno. Conoscono a menadito negozi, marche e siti online. Riconoscono che questo impulso è intrusivo ma non possono farne a meno. Altrimenti di che parlano?








- Ideazione Paraoide 
Il fatto di essere al centro dell'attenzione, di condividere con i followers la loro vita, le porta spesso a credere che contro di loro si perpetuino continui attacchi, maldicenze e complotti. Il senso di sfiducia verso gli altri le porta a mettere in atto comportamenti difensivi, aggressivi e rabbiosi contro chi la pensa diversamente da loro, finendo per bloccare ogni utente con cervello pensante che osi avanzare una riflessione o critica al loro stile di vita.





-Timore dell'abbandono 
Infine vivono un costante stato di timore e paura di poter esse abbandonate dai loro followers, fonte principale di sostegno alla loro immagine idealizzata e grandiosa. Questo provoca ingenti quote d'ansia, improvvisi attacchi di panico e profondo senso di vuoto interiore.






Povere fashion blogger! 
Come non amarle? 





4 commenti:

Sara Aiello ha detto...

E' ufficiale...ti adoro! :)

ornella di mauro ha detto...

ahahaha! troppo simpatico!

CoolFahionStyle - Rossella Scalzo ha detto...

ahahah i tuoi post sono sempre divertenti e mi fanno morire dal ridere!

E, strano, io non ho studiato psicologia ma devo darti ragione, hai azzeccato in pieno tutte queste diagnosi di una fashion blogger!

*KiSsEsS*

www.coolfashionstyle.it

laMari ha detto...

Non l'avevo ancora letto.
Ti adoro <3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...