Pagine

mercoledì 31 luglio 2013

Acceleratore d'abbronzatura: Coppertone!

E allora, di che vi parlo oggi?
Per esempio potremmo parlare di questa estate che è già quasi volata, lasciandomi con la melanina ancora in fase di pre attivazione e tubetti di creme solari a cui manca poco meno di un quarto.
Potremmo parlare di come non abbia ancora fatto progetti vacanzieri, riportandoci irrimediabilmente al punto uno, cioè che l'estate sta finendo senza che io abbia preparato una valigia, consistente e pro espatrio.
Potremmo parlare del fatto che mentre io vada al mare occasionalmente, tra un buco in clinica e l'altro, tanto che un giorno di questi finirò per trovarmi sdraiata al sole con ancora il camice addosso, voi vi crogiolate beatamente al sole dalla metà di maggio. 
Ma, soprattutto, mentre io vado al mare voi continuate ad andare a mare. Confessate! L'ho letto sulle vostre bacheche Facebook! Tutto ciò evoca in me un prepotente istinto omicida. 
Al prossimo giveaway metterò in palio un vocabolario di italiano o un libro di grammatica! Lo so sono una terribile stronzaccia!
Parliamo di questo! Di quanto il mio atteggiamento ultimamente sconfini verso lo stronzo spinto. Credo di aver raggiunto livelli di stronzaggine tanto elevati da risultare incontrollabili, credo che ben presto mi proclameranno protagonista di "Lorena, blogger stronza per scelta. Una nuova serie" 
Forse andrà in onda subito dopo Cliomakeup e prima di Renato torte in corso.
Il fatto sapete qual è?? 
Sono stanca! Stanca di aspettare l'estate tutto un inverno e poi non poterne goderne che una striminzita settimana! A fronte di un inverno duro, freddo e noioso della durata di ben 9 mesi, direi che soli tre mesi di caldo, sole e allegria ridotti ad un centrifugato sono davvero una crudeltà!
Considerato che il tempo a mia disposizione per godere di questa traballante estate è davvero poco, questa estate ho avuto bisogno di un aiuto.
Così, insieme alla protezione solare di cui vi ho parlato qui ho iniziato ad usare lui:



E' una crema solare, con acceleratore d'abbronzatura, contiene, infatti delle piccole quantità di auto abbronzante, ma non macchia. 
Ha fattore di protezione molto basso, quindi sconsigliata se avete un fototipo chiaro, se vi esponete nelle ore più calde o se siete all'inizio della vostra tintarella.
Io solitamente lo applico sulla pelle solo durante l'esposizione pomeridiana al sole, quando i raggi sono più tenui ma comunque utili all'abbronzatura. 
Effettivamente è molto idratante, si asciuga in fretta e a fronte delle poche giornate marittime, sono riuscita ad ottenere un bel colorito!
Come dire... chi si accontenta gode!
Baci






sabato 27 luglio 2013

2L8LAB BRACELETS






Avvolto attorno ad un rocchetto, di un energizzante e allegro giallo fluo, tanti skulls decorativi in perfetto stile punk rock.


Vi presento il mio nuovo bracciale firmato TOO LATE.
Fa parte della nuova collezione del brand nato nel 2007 dall’intuizione di Alessandro Fogazzi, giovane imprenditore bresciano.
E' un oggetto artigianale, disponibile in 12 colorazioni diverse. 
In questa versione in lycra, il nuovo bracciale di 2L8 LAB è perfetto per fare il bagno, si asciuga in un secondo, non scolora e non si restringe. 
Eccezionale la vestibilità:  può essere avvolto al polso quante volte vuoi, a seconda che preferiate un fit morbido o più aderente. 
Il nuovo gioiello griffato 2L8 LAB si arricchisce di un’infinità di biz differenti, perline in metallo che danno luce al tuo bracciale.
Un perfetto bracciale da sfoggiare in estate e adattare facilmente al vostro look!







kiss...




GlossyBox: for beauty addict!



Essere beauty addict richiede aggiornamenti continui, stare al passo con le novità beauty e makeup, alle volte, significa andare a tentoni, tra una valanga di prodotti dalle mille caratteristiche e con un carico di aspettative non indifferente. Il dispendio economico, dunque non è indifferente. 
Per questo ad ogni acquisto non perdo mai l'occasione di richiedere campioni omaggio che mi aiutino a provare un prodotto prima di acquistarlo. 
Sappiamo, però, che i campioncini, offerti dalle nostre profumerie, alle volte, sono talmente piccoli, da non permetterci nemmeno di annusarlo un prodotto, figuriamoci provarne le qualità o scoprirne i difetti. Diciamo anche che, la maggior parte delle volte, questi campioncini, sono realtà fantasma; ricordo commesse perdersi tra lo sconvolto e l'incredulo alla mia domanda "Scusi, avrebbe dei campioncini, perfavore?" 
Per questo trovo che Glossybox sia un'ottima pensata. Un'idea geniale!
Ho avuto modo di provarla in occasione dell'ultimo evento blogger di cui vi ho parlato qui.
Di che si tratta?
Glossy box è una scatola contenente 5 prodotti beauty in formato campioncino o full size, che, cambiando ogni mese il suo contenuto,  ti offre la possibilità di provare e scoprire, in abbonamento, una grande varietà di prodotti cosmetici.
Nella mia Glossy box ho trovato prodotti per capelli, per il corpo e prodotti makeup.
Ve li mostro nelle foto seguenti:

VERDEOASI-SLIM BRONZE
Applicato nei punti critici prima dell'esposizione al sole o alle lampade UVA, permette di espellere tossine e scorie adipose, accelerando la sudorazione per una tintarella perfetta e una figura più armonica.
L'ho provata! Fa davvero sudare tantissimo, è un pò unticcia e appiccicosa e ha un odore pungente. Non saprei dirvi se funziona come snellente, ma sicuramente vi fa sudare!

MODELCO-CHEEK+LIP TINT ROSY RED
Una tinta per labbra e guance in formato gel, dal colore rosa/ciliegia.
Modulabile nell'intensità del colore. 
Lo amo sulle labbra, un pò meno sulle guance, perchè tende ad accentuare le imperfezioni. Sicuramente su una pelle perfetta dona al meglio.

INSTITUT KARITé- LAIT CORPS CREME DE LAIT
Latte corpo emolliente e idratante, per il corpo, con una fragranza leggera e piacevole.
In assoluto il mio prodotto preferito!

ORIZYA- SHAMPOO E MASCHERA RISTRUTTURANTE
Le proteine del riso, combinate d un concentrato derivato dalla seta conferiscono una protezione ottimale per i capelli.
L'ho provata sulla mia chioma stressata dal sole e dal mare dopo l'ultimo weekend e ho notato da subito una piacevole morbidezza e delicatezza. I capelli sono da subito più setosi e lucidi, grazie anche agli alfa-idrossiacidi derivati dal Karitè.


SANEX-SPRAY DERMO EXTRA CONTROL
Non amo particolarmente i deodoranti in spray, in realtà, questo deodorante, mi ha piacevolmente colpita, con la sua profumazione e formulazione delicata in grado di contrastare a lungo i cattivi odori.
Se siete interessati all'abbonamento sappiate che è possibile scegliere tra varie alternative: mensile, trimestrale, semestrale e annuale. Trovi nello specifico tutte le info qui.
Kiss

mercoledì 24 luglio 2013

Help me or no?

Il distacco, la neutralità, l'obiettività, sono alla base del mio mestiere, come l'empatia.
Ogni mattina, in clinica, aspetto le mie consegne e con il respiro fermo, il cuore distaccato e la consapevolezza di me stessa, indosso il camice, come fosse un'armatura.
Mi difendo e mi proteggo dal rimbombo di tutta quella sofferenza, dal frastuono dei malesseri, che, giornalmente, si confondono tra loro, in un vortice di richieste d'aiuto, speranze e bandiere bianche. Bianche come il mio camice, chiuso sui primi 3 bottoni, a riparare il petto e il cuore.
Come vi ho già raccontato qui, ho scelto questo mestiere, l'ho fatto per passione, ma anche per affinità al mio carattere, io che da sempre amo ascoltare, in silenzio, me, gli altri, studiandone ogni aspetto, cercandone la verità e provando a comprenderla, senza giudicarla.
All'inizio del mio percorso avrei voluto abbracciare ad una ad una quelle storie, quei racconti di vita sofferta, quelle identità perse o invase. Adesso so che è necessario mantenere una distanza, necessaria  a te e a loro. Entrare nelle loro vite non è rispettoso, creare in loro una dipendenza da te, forzare un legame è inopportuno ed eticamente scorretto. Anche se vi sembra ingiusto. Lo so.
Provo a spiegarvi il mio mestiere, le sue difficoltà. Perchè, spesso, il distacco che ci imponiamo, viene letto come  freddezza o disinteresse.
Il più delle volte lo psicologo, diventa contenitore di ansie, paure, disagi, senza un riscontro di vere e reali richieste. 
La difficoltà più grande, infatti, la incontro tutte le volte che trovo dinnanzi a me qualcuno che non riesce a formulare alcuna domanda, che non sa trovare le parole, che non ha con se i mezzi per tirare se stesso fuori da quel buco nero che lo sta divorando, perciò, a malincuore, devi convivere con quel senso di impotenza, sapere che purtroppo fa parte del gioco, che purtroppo un gioco non è, ma non puoi fare altro che ascoltarne i sintomi, le paure, la sofferenza, e in tutto quel dialogo, tra tutte quelle parole, aspetti, con pazienza, che ne venga fuori una, la più importante : aiuto!
E se non arriva? Se non arriva, quel camice, lo stringi ancora più forte, perchè sai che di più non puoi fare, che oltre non puoi andare.
Ti insegnano a comprendere gli altri, e con il tempo impari che l'empatia, che ti avvicina alle persone, ai tuoi pazienti, ha dei limiti, degli stop, ai quali devi fermarti per dare precedenza ad altre cose. Nella vita di tutti i giorni con un amico, un familiare, saresti pronto a offrire il tuo aiuto, anche quando non richiesto, sentendoti legittimata a farlo "per il suo bene". 
Con un paziente, invece, fai il suo bene quando rispetti i suoi tempi, le sue difese, la sua malattia e, invece di fiondarti come un ariete, per aprire il varco alla sua salvezza, aspetti, dietro una porta fatta di resistenze, di negazioni, di rimozioni e paure. Piano piano come acqua, goccia dopo goccia, passi attraverso una fessura, che non sempre arriva in profondità; se la raggiungi sentirai di aver dato un senso al tuo lavoro, ma, se non riesci, il contraccolpo non deve farti smettere di provare o di credere in ciò che fai. Non tutti possono o vogliono essere salvati.
Ogni mattina prendo le mie consegne, affronto le persone, entro nei loro mondi offrendo ascolto, comprensione e torno a casa con la consapevolezza che non tutti troveranno la pace, che la verità a volte rimane inviolata, che infine si perde la volontà di lottare, perché scontrarsi con se stessi o reagire a se stessi stanca terribilmente. 
Da eterna sognatrice, però, mi piace credere- e vorrei tenerlo a mente per me, per voi, per loro- che alla fine del buio si trova il sole, a scottare e illuminarci la vita, l'importante è non solo poterlo, ma, soprattutto, volerlo raggiungere.
Kiss





martedì 23 luglio 2013

Maskins: To.be.me, To.be.yours.

 
E' successo in un attimo. 
E' bastato un caricatore cinese, da pochi euro, prestatomi al lavoro, ed ecco che diventavo vedova, del mio povero iphone 3gs. 
- "Scheda madre bruciata" - ecco il bollettino medico! 
Per una che con il telefono ci vive, a stretto contatto, in rapporto simbiotico e parassitario, il lutto sembrava doloroso e con improbabili prospettive di ripresa, in realtà, la sua elaborazione è stata veloce e, in pochi giorni, mi sono trasformata in una vedova allegra, in trepidante attesa del nuovo sposalizio con Mr. Iphone 5, pronta consegna.
Passare dal vecchio antenato al nuovissimo arrivato è stato un vero salto di qualità, tecnologia avanzata a parte, potevo finalmente dare libero sfogo alla ricerca delle trecentordici cover per personalizzare il mio adorato, cosa che riusciva difficile realizzare con il caro estinto, introvabili com'erano le cover per renderlo un pò meno anonimo.
La smania di personalizzare un oggetto tanto presente nelle nostre vite, come il caso dei nostri smartphone, è un'esigenza di molti, se non di tutti e diventa l'idea innovatrice del  nuovo brand che sto per presentarvi.
Conosco Maskins in occasione dell' Happy Hour tra blogger di cui vi ho parlato qui.
In realtà, scopro, proprio quel pomeriggio, che dietro questo brand si cela lo spirito imprenditoriale di un mio concittadino, un vecchio amico, conosciuto anni fa, ma di cui avevo perso i contatti nel tempo.
E' stata una piacevole sorpresa, tanto quanto conoscere il coraggio e la determinazione impiegati in un'idea che, divenuta progetto, ha dato vita ad un'azienda che non tarderà a farsi conoscere su larga scala.
Ma chi è Maskins?
Maskins  si occupa di progettazione grafica, allo scopo di personalizzare, con delle skin adesive, molti oggetti di uso quotidiano, tra cui smartphone, tablet, pc e consolle, per interpretare il bisogno di ciascuno di sottolineare la propria  identità, anche attraverso un disegno o un colpo di colore, grazie alla collaborazione di artisti e grafici che si occupano del soggetto o messaggio artistico da rappresentare.
Maskins è un'azienda attenta alla qualità, infatti, le Skin adesive, in PVC, sono realizzate in materiale resistente e versatile, personalizzate e perfettamente sagomate, per ricoprire interamente la superficie dell'apparecchio prescelto ad essere costumizzato. Una volta applicate possono essere rimosse e riapplicate più volte.
In occasione dell'evento blogger, ognuna di noi ha ricevuto una skin in perfetta sintonia con il nostro mondo blogger. 

La skin in questione è stata realizzata da Sonia Grispo di Trend and the city.
Applicarla è stato facile, si attacca e adatta con velocità alla superficie del mio iphone senza formare bolle d'aria. 
L'unica difficoltà l'ho incontrata nel rimuovere la skin dalla sua base, soprattutto le parti più piccole, così, mi sono dovuta aiutare con una lima per unghie, confesso, per insistere sui tagli già realizzati dall'azienda, con il rischio però di danneggiarla.
Una volta superata l'impasse ho dato una nuova "pelle" al mio Iphone, dimenticando il lutto del vecchio e progettando già l'acquisto di nuove skin, naturalmente Maskins.



lunedì 22 luglio 2013

Capelli mossi e Boccoli semplici!



Sembrerebbero caramelle, luci fluo o serpentini rosa shocking, e invece sono il mio nuovo aiuto alla messa in piega estiva! 
Ricordano tanto gli anni ottanta ed effettivamente rammento che, da bambina, mi incuriosivano, quando facevano capolino dalle mani del parrucchiere di mia madre tra i bigodini e i becchi d'oca.  
Li ritrovo qualche mese fa in un negozietto della mia città, a pochissimi euro e li prendo, più per curiosità, per la voglia di ricreare a distanza di anni e di mode quell'hairstyle sui miei capelli, sempre indomabili, specialmente in estate, quando la voglia di stressarli e stressarmi tra fon, spazzole e piastra è ai minimi termini. 
Il weekend appena trascorso al mare è perfetto come banco di prova. perció li metto in valigia, insieme alla voglia di divertirmi, rilassarmi e non pensare affatto alla piega!
Il risultato lo ottengo in poche e semplici mosse, in breve tempo, giusto quello dedicato alla naturale asciugatura. Il gioco è fatto e soprattutto mi stra piace!! Basta attorcigliare i capelli ciocca per ciocca su ogni bastoncino, che flessibile si chiude facilmente tenendo la piega del boccolo.  
Una volta asciugati i capelli e liberati dai sostegni avrete onde morbide e ordinate!  
Questo aggeggio rientra ufficialmente nella top dei miei strumenti per capelli!! 
Kiss



giovedì 18 luglio 2013

Happy Hour tra Blogger!




Vi avevo già parlato di Blanc a manger.
La settimana scorsa è stata proprio questa la location per  l'evento blogger organizzato da MissMedia e sponsorizzato da spraymagazine il free press al femminile distribuito gratuitamente e disponibile anche sul web, contenitore di tendenze e novità beauty, moda e lifestyle.
La specialità di questi incontri è il ritrovarsi come vecchie amiche, in un'atmosfera easy, a parlare di noi, di beauty e di moda.
Un Happy hour in cui al buon cibo e alle chiacchere si è aggiunta la scoperta di nuovi prodotti e nuovi marchi, di cui vi parlerò in seguito!
Le ore sono trascorse piacevoli e in buona compagnia.
Le sorelle Grispo, Sonia e Valentina, hanno pensato a tutto e ci hanno coccolate come sempre, pensate che avevano riservato anche una postazione per ricaricare la batteria dei nostri smartphone!
La batteria è agli sgoccioli? No problem!
In più, ad ognuna di noi, è stato riservato un cadeau personalizzato, del quale prossimamente vi svelerò il contenuto.


Perciò.. Stay Tuned!

A volte la parola blogger fa rima con tante cose brutte, con cliché soliti e si tende a fare di tutta l'erba un fascio di stronzate e, invece, sedute a quel tavolo ho trovato persone disponibili, impegnate nella vita in progetti anche diversi, determinate ad essere donne a 360 gradi.
Non sempre blogger significa portare a spasso un outfit, a volte l'outfit o un bel trucco sono un arricchimento alla persona, sono qualcosa in più, sono coccole a noi stesse, ma sotto, fidatevi, c'è molto di più!
Kiss







momenti di condivisione! XD


















Le sorelle Grispo: Sonia e Valentina! 

MEOW!


il mio outfit per l'occasione.

LOVE EVERYTHING YOU SEE. ESPECIALLY YOU!



lunedì 15 luglio 2013

Nicki Minaj: Pink Friday!





Nicki Minaj giunti al 2013 è la più importante esponente del rap al femminile. Una delle artiste più importanti del panorama musicale, divenuta in soli tre anni vera e propria icona della musica, della televisione e del mondo Beauty. Nicki Minaj presenta, in collaborazione con Elizabeth Arden, la sua prima fragranza, Pink Friday, che prende il nome dal suo album di debutto.


Questa nuova fragranza evoca la personalità vivace ed effervescente di Nicki Minaj con note inebrianti e un flacone originale e colorato, fedele riproduzione della cantante.
Le Profumerie Douglas presentano in esclusiva per l’Italia “Pink Friday” by Nicki Minaj, la nuovissima fragranza dedicata a questo personaggio eccentrico e fuori dagli schemi che con il suo look stravagante sta conquistando milioni di fan in tutto il mondo. 
Uno degli aspetti che caratterizza questo personaggio è la sua eccentricità e particolarità nei look con cui decide di apparire. 
Io ho provato ad interpretare il suo look, liberando la mia creatività. 

Ho ricevuto, infatti, oltre alla fragranza Pink Friday, una maglietta e dei colori per tessuti. 
Mi chiedevano di scegliere tra tre looks. Io ho scelto "La duchessa del rosa".
I 3 looks: Duchessa del rosa- Starships-Fetish
E' un modello ispirato allo zucchero, alle spezie e a tutte le cose belle. Ho deciso di interpretarlo proprio con riferimenti a tutte le cose belle, primo fra tutti l'amore, per se stessi, il proprio lavoro e nel caso della cantante anche verso i propri fans. 
Ho fatto riferimento anche alla fortuna, fondamentale, oltre al talento, per raggiungere i propri obiettivi, che invece ho rappresentato con le stelle e la musica; i teschi che ho disegnato fanno riferimento agli ostacoli, che ognuno incontra nel proprio cammino e che bisogna imparare ad accettare e in seguito a superare. 
Insomma ci ho messo un pò di tutto, mi sono lasciata trasportare dalla fantasia!


E tu “Che cosa ne pensi del look Nicki Minaj che ho creato?”




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...