Pagine

giovedì 18 giugno 2015

Principi moderni


 


Vivian: -Tu dimmi, quando succede?


-Quando?


-A chi è andata bene?






Kit: -Mmm... fammi pensare..


-A quella gran culo di Cenerentola!



Chi non ricorda questo famoso scambio di battute tratto dal celeberrimo film Pretty Woman?
Sarete d'accordo con Kit nel pensare che effettivamente Cenerentola abbia avuto un gran culo. Che alla fine lei abbia trovato il suo principe e che lui si sia fatto in 4 per lei.



Beh. In realtà non è che sia andata proprio così.



Vero è che il poveretto invaghitosi della bella Cenerella abbia deciso di cercarla in lungo e largo per il regno, ma è pur vero che non venendo meno a nessun altro maschio che si rispetti, non si sia nemmeno preso la briga di prendere lui scarpetta alla mano e confrontarsi con tutti i piedi del regno.
Se vi ricordate bene, lui compare giusto alla fine, dentro la carrozza, quando tutta la fatica è stata fatta e il matrimonio celebrato.
Ancora una volta è Cenerentola che se la deve vedere con le sue antagoniste racchie, con la sfiga infinita che la perseguita, fino alla fine, fino al momento in cui, manco lo avesse previsto, tira fuori la seconda scarpetta, in sostituzione di quella finita in frantumi sul pavimento, per colpa della brutta e invidiosa matrigna.



E il principe?



Beh, lui è come sempre a casa in ciabatte ad aspettare che la sua donna faccia tutto il resto.

Ma sapete, non me la sento di criticarlo.

Almeno lui ha indetto un bando di ricerca, malgrado abbia dato l'ingrato compito al povero lacchè.

Effettivamente a quante di noi è capitato di essere cercata, non dico per tutto il regno, ma almeno nel quartiere, avendo come riferimento, non dico un'improbabile scarpetta di cristallo, ma addirittura un numero civico?
Il principe ha avuto coraggio, determinazione, inventiva. Cosa che non si può dire degli uomini della nostra realtà. Loro hanno numero di telefono, facebook, indirizzo, gruppo sanguigno e a stento fanno partire un trillo dal loro telefono.

I moderni principi li trovi in fila al bagno in discoteca, gonfiarsi i pettorali e chiederti silenziosamente un fazzoletto e, infine, bloccarsi allo specchio più tempo di te che ancora guardi esterrefatta la sua metamorfosi da principe a Cenerentola prima ancora dello scoccare della mezzanotte.
I moderni principi appaiono e scompaiono tra la folla di una pista da ballo, come la Madonna a Medjougorie.
I moderni principi, hanno sopracciglia ad ali di gabbiano e capelli più lucenti dei tuoi.
I moderni principi ti danno per scontata, sapendo che all'ultimo rintocco del giorno tu sarai sempre lì ad aspettarli.
I moderni principi non hanno bisogno di scandagliare il regno per cercarti, perché sanno già che sarai tu a farlo il giorno dopo.
I moderni principi hanno perso il piacere della conquista, perché siamo noi oramai a doverli conquistare.
I moderni principi ci lasciano sulle scale con due piedi una scarpa guardandoli andar via di schiena.
I moderni principi non sono nemmeno lontanamente simili a Richard Gere.


Non ti salvano e non vogliono essere salvati.


I moderni principi non esistono.


I moderni principi non sono uomini.


I moderni principi siamo noi, ex principesse alla ricerca della favola.


 
 



Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...