Pagine

mercoledì 24 ottobre 2012

E io pago!

Lunedi: è finito il correttore
Martedi: rinnovare l'abbonamento in palestra
Mercoledi: comprare la crema idratante
Giovedi: ceretta al volo dall'estetista
Venerdì: si rompono gli occhiali
Sabato: messa in piega
Domenica: Per fortuna è domenica!

E io pago! Diceva Totò!
Lui era un avaro con i fiocchi, io vorrei essere una risparmiatrice, senza alcun risultato.
Io ci provo, lo giuro!
E' vero che non rientro proprio nel profilo della formica, sono molto più cicala in fatto di "provviste per l'inverno". E qua l'inverno si avvicina e non ci tengo proprio a fare la fine di quella scellerata!
L'obiettivo sarebbe cambiare le proprie abitudini in fatto di risparmio, ma mi ritrovo, per un motivo o per un altro con le mani completamente bucate!
Ed ogni settimana è la stessa storia, perdo puntualmente tutto, come ad una mano sfortunata di poker!
Comincio a pensare che sia in atto un complotto contro il mio portafogli.   
Ogni giorno finisce un prodotto, o c'è una scadenza, o peggio un imprevisto, manco fossi una pedina del monopoli e puntualmente mi ritrovo con la cassa che piange direttamente senza passare dal via! Oltretutto da quando vige il nuovo conio, per dirla alla Bonolis, io non ho più coscienza di possedere davvero una cassa risparmi. 
Il resto, per esempio.  Questo sconosciuto!
Ai tempi della lira, si, che ne rimanevano di soldi.
Adesso invece, sei fortunata se ti resta qualche moneta dorata o bicolore. Le banconote si tramutano in spiccioli alla stessa velocità della carrozza di cenerentola allo scoccare della mezzanotte, e gli spiccioli con la stessa velocità, si tramutano in quelle inutili monete color rame di cui ancora si sconosce l'utilità, visto che non ci compri nemmeno un caffè. Ho sentito di gente che cerca metodi alternativi per usarle: al posto delle lenticchie per la tombola di natale, sotto ai piedi dei tavoli per bilanciarne il peso, come sopratacchi.
Insomma qualsiasi tentativo per risparmiare qualche euro fallisce miseramente.
Quando ero piccola avevo un salvadanaio, pieno. Adesso non vedo più un salvadanaio da quando ho rotto quello.  Come si fa, per esempio, a mettere da parte un euro, se ogni giorno ne volano 2 di posteggio?
Naturalente poi ci si mette anche il nostro vezzo femminile, la nostra ricerca spasmodica del dettaglio, la nostra voglia di avere tutto l'inutile e allora alle "spese necessarie" si aggiungono anche piccole futilità che finiscono per far precipitare la situazione. A fine settimana  ringrazio la domenica, se non ci fosse lei a mettere un freno a questo circolo vizioso, sarei rovinata;  purtroppo il mio portafogli non fa in tempo a riposare, chè lo aspetta nuovamente quell'usuraio del lunedì!
Ma voi, davvero, come fate a risparmiare?


2 commenti:

Claudia ha detto...

ciao Lorena..anch'io per ora sto cercando di fare la cicale..non comprando niende per me ma pagando le varie scadenze e gli imprevisti.. ho fatto una bottiglia per mettere le monete dell'euro ma ancora non ho iniziato perchè come dici tu anche gli spiccioli servono!!
ti seguo sempre un bacio Claudia

MISSLORETTA..UN MONDO A COLORI! ha detto...

ciao Claudia. :-D

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...