Pagine

sabato 30 ottobre 2010

Happy Halloween !!

Halloween o Hallowe'en è il nome di una festa popolare di origine pre-cristiana, ora tipicamente statunitense e canadese, che si celebra la sera del 31 ottobre .
In Europa la ricorrenza si diffuse con i Celti . Questo popolo festeggiava la fine dell'estate con Samhain, il loro capodanno. In irlandese antico Samain significa infatti "fine dell'estate".
Nella dimensione circolare-ciclica del tempo, caratteristica della cultura celtica, Samhain si trovava in un punto fuori dalla dimensione temporale che non apparteneva né all'anno vecchio e neppure al nuovo; in quel momento il velo che divideva dalla terra dei morti si assottigliava ed i vivi potevano accedervi.
I Celti non temevano i propri morti e lasciavano per loro del cibo sulla tavola in segno di accoglienza per quanti facessero visita ai vivi. Da qui l'usanza del trick-or-treat (in italiano "dolcetto o scherzetto?").
Oltre a non temere gli spiriti dei defunti, i Celti non credevano nei demoni quanto piuttosto nelle fate e negli elfi, entrambe creature considerate però pericolose: le prime per un supposto risentimento verso gli esseri umani; i secondi per le estreme differenze che intercorrevano appunto rispetto all'uomo. Secondo la leggenda, nella notte di Samhain questi esseri erano soliti fare scherzi anche pericolosi agli uomini e questo ha portato alla nascita e al perpetuarsi di molte altre storie terrificanti.
Si ricollega forse a questo la tradizione odierna e più recente per cui i bambini, travestiti da streghe, zombie, fantasmi e vampiri, bussano alla porta urlando con tono minaccioso: "Dolcetto o scherzetto?". Per allontanare la sfortuna, inoltre, è necessario bussare a 13 porte diverse. L'etimologia Halloween deriva da All Hallows Eve, che vuole dire Vigilia di Tutti i Santi festa che ricorre, appunto, il 1º novembre. Un altro etimo potrebbe essere All allows even, cioè la sera in cui tutto è permesso, inclusa la credenza che i defunti che escano dalle tombe per far visita ai vivi.
È usanza ad Halloween intagliare le zucche con volti minacciosi e porvi una candela accesa all'interno. Questa usanza nasce dall'idea che i defunti vaghino per la terra con dei fuochi in mano e cerchino di portare via con sé i vivi, è bene quindi che i vivi si muniscano di una faccia orripilante con un lume dentro per ingannare i morti.
Questa usanza fa riferimento anche alle streghe, che venivano bruciate sui roghi o impiccate; infatti, si pensava che queste vagassero nell'oscurità della notte per rivendicare la loro morte (abbigliate in maniera più o meno orrenda) ed approfittassero del maggior potere loro conferito durante la notte di Halloween.
Vi è anche una leggenda britannica che narra di un ragazzo, "Jack", che compiva atti malvagi sulla terra e più di una volta aveva fatto gli scherzi al Diavolo, così, quando morì, diventò un fantasma che vaga con una lanterna ricavata da una zucca illuminata (Jack o'lantern, "Jack della Lanterna").
E' facile immaginare il perchè questa festa d'oltre oceano catturi anche l'interesse europeo e soprattutto italiano, oltre alla classica motivazione commerciale ed economica, ce n'è un' altra ben più nascosta e inconscia che riguarda la parte più misteriosa di noi, permettendoci per una notte di esorcizzare le nostre paure attraverso travestimenti più o meno orribilanti.



(Zucca intagliata da me..il procedimento è semplicissimo ma ci vuole pazienza: tagli il coperchio e cominci a svuotarla togliendo i semi, filamenti e un pò di polpa- quindi disegni il viso e lo intagli con un coltello, infine metti il lumino..accendi e la tua lanterna di halloween è pronta!)

L'atmosfera notturna e mostruosa che si respira nell'aria rende questa ricorrenza molto intrigante, con il make up possiamo trasformarci per una notte in vampiri, streghe e mostri di ogni genere, così da sbeffeggiare -solo per una notte- il nostro più grande spauracchio: la morte!
E per chi continua a temerla e non ha voglia di mescolarsi a tanto terrore, ci vengono incontro maschere di ogni genere. In fondo ci si può travestire da ciò che si vuole..l'importante è divertirsi, rendendo-perchè no-questa magica notte un pretesto per evadere dalla realtà.
La parola d'ordine è sensualità, sia che si diventi uno zombie sia che si interpreti il classico vampiro, l'importante è far paura, ma con stile!



Carbonera sfigatera, ovvero la povera biancaneve con finale alternativo.
ecco il link per il tutorial: http://www.youtube.com/watch?v=78oGc44i3Io



Maschera d'argento- se non amate i mostri-
http://www.youtube.com/watch?v=CyG-US9oPmw




SAD Halloween
http://www.youtube.com/watch?v=QxB3e30sm90

1 commento:

Daniele ha detto...

very interesting....soprattutto la parte delle streghe che andavano in giro vestite in modo pessimo! ahah...grande Lo'.

Il tuo più accanito fan.

Dani N.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...