La Bipolarità del cromosoma XY




Mentre sto qui, che dal balcone di casa ascolto un gatto isterico che strilla, mi viene in mente che l'isterismo generale che abita in ogni donna, come in quel quadrupede nasce quasi sicuramente dal dilagante bipolarismo di certi ominidi maschi. 

Ve lo avevo detto che la breve parentesi di romanticismo vissuta qualche tempo fa, una volta interrottasi, mi avrebbe resa peggio di prima.
Io ci speravo in una resa, una pace duratura, un'alleanza con voi, produttori di spermatozoi vincenti, e invece, per colpa di uno di voi, o per colpa di innumerevoli di voi,  sto qui a battere sulla tastiera del mio pc tutta la mia incredulità e compassione per i vostri approcci maldestri.

Giusto due giorni fa cercavo di far capire ad uno di voi, che se ci provi con me e io ti offro il benestare alla conoscenza della mia preziosissima persona, tu, poi, non puoi chiedere che io ti presenti tutte le mie amiche, sorella compresa, perché se volevo un poligamo, con cui condividere un harem, me lo sceglievo ricco e sceicco e in cambio della poligamia avrei vissuto nella bambagia.
E invece no, tu sei sfigato e pure povero. 
Insomma il fatto è che alle volte, solo alle volte, innumerevoli volte in realtà, vi perdete nella vostra superficiale mente da cazzoni, perdendo di vista il fatto che parlare con una donna di ampie dì vedute non significa prendersi la libertà di trattarla come una signorina della strada.
Ma questo è solo un esemplare tra voi, e anche se convivo con la speranza che, da qualche parte, ce ne sia uno che, Darwinianamente parlando, riesca a distinguersi e cambiare la rotta di  questa specie, che oramai sembra andare alla deriva, nutro profondi dubbi al riguardo.
Dico che magari quell'esemplare esiste, magari lo hai pure incontrato ma, come con le gioie, "Posalo che non è tuo." E fa un po' incazzare sta cosa, visto che quelli disponibili hanno il cervello con i neuroni che giocano a tamburello e se ne stanno su Tinder a fare i social, ma se li incontri al bar sono più introversi di suor Germana. 
Qui il bipolarismo: 
-Attivi/Passivi 
-Prede/Predatori  
E non c'è modo di coniugare queste due polarità, perché tolto il lasciapassare virtuale, in modalità real non si riesce a mettere in fila un discorso, figuratevi un semplice approccio.
Che sia la paura o l'incapacità, il risultato resta sempre uguale: schieramenti di donne isteriche da un lato, uomini asociali, sulla difensiva, dall'altro.
E se una povera anima traballante, su tacco 12, cerca di fare anche la vostra parte viene pure colpevolizzata di essere audace e  aggressiva. 
Perché voi volete fare i cacciatori e non volete essere le prede, altrimenti vi sentite castrati, deprivati della vostra virilità.
Ma dall'altro lato godete del narcisistico piacere di essere sedotti. 
E così all'infinito, in questo loop psicotico, in questo pagliaio dove l'unico ago rimasto è quello della bilancia che, nell'indecisione di propendere per l'uno o l'altro polo della vostra sindrome, ha preferito togliersi di mezzo.
E allora sapete che c'è? 
Che il gatto lì sotto è di sicuro femmina, isterica, e la colpa lo sapete di chi è? Del gatto maschio, castrato, della mia vicina di casa.
Miao




 

Commenti

eddy strano ha detto…
Ahahah mi fai morire!

Post popolari in questo blog

La Declinazione Magnetica

L' OLIO DI RICINO