Pagine

giovedì 13 febbraio 2014

Sei migliore di quanto pensi.


Pensate a quante volte al giorno guardate il vostro riflesso su uno specchio. 
Pensate alla naturalezza di questo gesto.
Pensate poi a quante volte l'immagine riflessa di voi su quello specchio, una volta vi piace e l'altra no. 
A tutte le volte che su quel riflesso scorgete un difetto, qualcosa che non vi piace, ma che è sempre stata lì. Voi la notate, e lo specchio ve la rimpalla senza pietà. 
Altre volte lo specchio vi conferma invece che con i trucchi giusti siete riusciti a mascherare quella parte di voi che vi fa sentire inadeguate, brutte.
Se poi al riflesso di quello specchio aggiungete l'immagine che negli altri leggete di voi, spesso vi troverete a fare i conti con un'eco della vostra immagine amplificata, trovando la conferma a quello che prima era solo il vostro cruccio, ma che poi diventa pubblico, visibile a tutti, e dentro di voi cresce la consapevolezza che il vostro apparire sia dettato solo da quel microscopico, macroscopico difetto.
La sensazione è simile a quella provata al luna park, ricordate la sala degli specchi? Vi sembrerà di perdervi e di non riconoscervi più in tutti quei riflessi, diversi, deformati, di voi stessi.
Stamattina su Facebook Selvaggia Lucarelli pubblicava la foto di una ragazza bellissima con due grandi occhi verdi. Aveva 14 anni e qualche giorno fa si è lanciata nel vuoto dall'ultimo piano di un Hotel abbandonato in provincia di Padova. 
Si è parlato di cyberbullismo. Parole pesanti di scherno, insulti, sono partite dalla tastiera di utenti sconosciuti mascherati dalla rete. Le hanno consigliato di farla finita.
 "Suicidati", le hanno detto, e lei lo ha fatto. Lei che si tagliava, mostrando a tutti i segni di un dolore che provava, sola, da tempo. Segni di una fragilità che non le ha permesso di vedersi e di sentirsi bella. E lei, invece era bella, bellissima. Lo era davvero. Solo che non lo sapeva. Non riusciva a vederlo il riflesso di sé sullo specchio.
Ho visto quegli occhi e ne ho letto la tristezza, poi ho pensato che occhi così li avevo già visti, occhi smarriti, fragili. Erano gli occhi di una paziente.
Una volta mi chiese: " Lei come mi vede?"
Io la trovavo bella, di una bellezza delicata, discreta, non consapevole. 
Le dissi che era bella. 
Ma la sua era una domanda vuota. Lei sapeva già la risposta, diversa da quella che io le avevo dato. 
E la lessi nei sui occhi. Lei non si vedeva così. Lei non si vedeva affatto.
Dopo qualche tempo seppi che si era tolta la vita, anche lei. 
Noi ci guardiamo allo specchio tutti  giorni. Appena svegli, ci trucchiamo, ci facciamo belle, a volte ci piacciamo, a volte no. 
E' un gesto che fa parte della nostra routine, ma per molte persone è molto di più, è una conferma, è un atto simbolico di ammissione alla loro stessa esistenza.
E spesso non esitiamo, non ci percepiamo, non sappiamo che siamo meglio di quello che quello specchio ci rimanda, di quella immagine che non è altro che quello che la nostra autostima riflette. E se la considerazione che di noi abbiamo è nulla, allora su quello specchio continueremo a vederci il vuoto, che  invece per gli altri è in realtà il riflesso di un viso e di una persona meravigliosa.
Ho visto questo spot realizzato dal marchio  DOVE e mi sono commossa. Ho visto quanto è discrepante il pensiero che abbiamo di noi stesse, alle volte e ho visto quanto belle invece possiamo essere. Basterebbe essere più forti, meno autocritiche. Più consapevoli.
Perché noi siamo migliori di quanto pensiamo.
It's TRue.





2 commenti:

Camelia Flower ha detto...

io sono rimasta senza parole davvero, il problema è che nascondersi dietro account anonimi è troppo facile e troppo meschino.

Carmelyta ha detto...

Il modo e le parole che hai usato per descrivere un fenomeno, se così possiamo chiamarlo, oramai troppo comune in questa società, mi son piaciuti molto e mi hanno anche ulteriormente sensibilizzata al problema. Dovremmo piacerci molto di più, guardarci allo specchio ogni mattina e ripeterci che siamo strafighe anche con quel brufolo di troppo o con una taglia in più!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...